Focalizzando la propria attenzione su specifici prodotti utili nella “lotta contro il dolore”,X-Med offre, in collaborazione con l’ Azienda produttrice. PRISMA s.r.l, soluzioni di elevata qualità rivolte ai trattamenti a carico della colonna vertebrale e del sistema nervoso spinale.
In particolare parliamo di innovativi sistemi procedurali utili per contrastare il dolore mediante tecniche chirurgiche di Peridurolisi e Periduroscopia. Tali procedure possono essere complementari,ripetibili ed entrambe necessarie per il trattamento del classico "mal di schiena".

Ecco le principali indicazioni per le quali può essere opportuno eseguire uno di questi trattamenti:

  • Sindrome Post Laminectomia (FBSS)
  • Low Back Pain
  • Presenza certa o presunta di elementi compressivi sulle radici dei nervi spinali
  • Stati aderianziali a carico delle radici nervose
  • Stenosi del canale vertebrale
  • Presenza di Listesi con relativo quadro infiammatorio
  • Ernia discale (senza danno sui nervi, ma con presenza dell’elemento “dolore”)
  • Dolori Lombari senza diagnosi o con diagnosi di tipo psicosomatico (perché assente diagnosi strumentale TC-RMN)

Di seguito, una breve descrizione delle sopra citate tecniche chirurgiche:

PERIDUROLISI
(Lisi delle aderenze peridurali, Neuroplastica peridurale, Neuroplastica decompressiva spinale) Questo tipo di procedura interventistica mini invasiva viene messa a punto negli anni ’80. Inizialmente indicata per il trattamento della FBSS (Failed Back Surgery Syndrome), viene successivamente estesa ad altre patologie del rachide quali, per esempio, LBP (Low Back Pain), dolore radicolare causato dalla presenza di tessuto fibrotico e/o aderenziale e presenza di tessuto cicatriziale sviluppatosi in seguito a sanguinamento post intervento chirurgico. I risultati ottenuti dall’utilizzo di questa applicazione sono coadiuvati da una duplice azione: meccanica e farmacologica.

Nello specifico, lo svolgimento di questa procedura consiste nell’inserimento per via caudale di uno particolare catetere che, sotto controllo radioscopico, viene portato sulla radice da trattare sulla quale si effettua un’iniezione selettiva di una miscela di farmaci ad azione antinfiammatoria ed antiedemigena (azione farmacologica). Contemporaneamente, “navigando” all’interno dello spazio peridurale, il catetere compie un’ azione fisica di disostruzione dall’ eventuale tessuto fibroso/aderenziale presente all’interno del canale (azione meccanica).

X-Med propone un’ampia gamma di cateteri da peridurolisi al fine di ottimizzare i risultati della terapia valutando le necessità terapeutiche del singolo paziente. Tale serie è composta da cateteri per peridurolisi chimica, con radio frequenza monopolare o bipolare.

Le soluzioni disponibili:

Cateteri da peridurolisi serie "Lisi Ject"




PERIDUROSCOPIA

L’endoscopia spinale per via caudale (denominata anche epiduroscopia o periduroscopia)  è una procedura chirurgica mini invasiva che rientra tra le tecniche diagnostiche e terapeutiche a carico dello spazio peridurale lombare.

La bivalenza di questa metodica permette all’operatore di utilizzare il sistema per effettuare un “controllo visivo”“ del canale vertebrale (aspetto diagnostico) e/o per eseguire una peridurolisi meccanica video guidata con eventuale rimozione di stati aderenziali importanti (aspetto terapeutico).

La tecnica consiste, tramite accesso sacrococcigeo (hiatus sacrale), nel posizionamento di una micro sonda flessibile a fibre ottiche ad altissima risoluzione nello spazio peridurale. Grazie ad un canale operativo integrato nella medesima micro sonda, l’operatore può utilizzare specifici accessori operativi utili per la disostruzione del canale o per la rimozione di aderenze.

Le soluzioni disponibili:

Kit videoguida per epiduroscopia "Mizar" ed accessori operativi: